La Fondazione degli assi­stenti sociali della Toscana per la formazione e la ricerca è nata per iniziativa del Consiglio dell’Ordine che, nel 2010, decise di istituirla, ponendosi obiettivi legati alla formazione continua, per offrire alla comunità professionale occasioni formative di confronto, studio, aggiornamento, anche in collaborazione con altre realtà professionali. Nello specifico lo “scopo” della Fondazione è individuato come:promozione della cultura professionale e dell’aggiornamento degli assistenti sociali, anche in collaborazione con il Consiglio dell’Ordine e con altri soggetti pubblici o privati che perseguano finalità analoghe alle proprie (art. 3, p. 1 Statuto), attraverso la promozione, progettazione e realizzazione di programmi di formazione specifica, di qualità e a costi contenuti, che consentano agli assistenti sociali della Toscana di mantenere, aggiornare e accrescere le proprie competenze professionali in modo adeguato ad affrontare le sfide della crescente complessità socio-economica, della diversificazione della domanda sociale e dei cittadini che accedono ai servizi e delle trasformazioni del sistema di welfare toscano.

Avendo come cornice lo “scopo” di cui sopra, la sfida che la Fondazione ha voluto affrontare è quella di rivolgere una attenzione privilegiata alla conoscenza generata dagli operatori per valorizzarla e legittimarla.

Gli ambiti, i percorsi e gli strumenti in cui maggiormente si genera conoscenza partendo dagli operatori sono generalmente individuati nella ricerca, nella riflessione e rielaborazione delle prassi (buone) degli assistenti sociali e nella supervisione professionale,

E’ su questi tre campi che la Fondazione ha diretto le proprie riflessioni, azioni e iniziative formative.